Corso di GPS

I vitelloni felliniani, gli anarchici di Moretti, la ragazza con la valigia di Zurlini, gli innamorati della Palermo antimafia di Pif, la meglio gioventù di Giordana, i compagni di scuola di Verdone e i ragazzi di strada di Pasolini. Settant'anni di storia dell'Italia attraverso il cinema e il racconto dei giovani di ieri e di oggi, Belle speranze: il cinema italiano e i giovani (1948-2018) è la mostra multimediale ideata da Fondazione Ente dello Spettacolo e curata da Gianluca Arnone, Maria Grazia Cazzaniga ed Emanuela Genovese è al Mattatoio di Roma La Pelanda dal 30 gennaio al 15 marzo 2019."Nata dalla proposta del Sinodo sui giovani voluto da Papa Francesco, la mostra vuol restituire attraverso l'immaginario cinematografico (e non solo), l'esperienza politica, sociale, culturale e religiosa dei ragazzi italiani degli ultimi 70 anni. Belle Speranze traccia un possibile percorso di senso per ogni generazione” - spiega Mons. Davide Milani, Presidente della Fondazione Ente dello Spettacolo - Il cinema e l'industria culturale nel tempo sono stati gli strumenti che meglio hanno saputo mettere in scena e raccontare gli ideali politici, i sogni di riscatto e le conquiste personali e sociali, le cadute e i fallimenti dei giovani".

Copyright 2019 - Boreal Mapping
Per informazioni: This email address is being protected from spambots. You need JavaScript enabled to view it.